CuoreAmico, distribuiti pacchi per oltre 10mila famiglie. Partono le donazioni ai Vescovi

UGENTO- Tappa dopo tappa, continua in giro per il Salento la preziosa mission di Cuore Amico , il cuore pulsante di Telerama, che dalla fine di marzo in modo silente, mantenendo il completo anonimato dei tanti richiedenti, ha già distribuito pacchi alimentari per oltre 10.000 famiglie, muovendosi di comune in comune, di parrocchia in parrocchia, da associazione in associazione, con lo slogan che bisogna andare avanti perché nessuno deve rimanere indietro.

Su questa linea di pensiero, in questi giorni, Cuore Amico ha anche iniziato a donare direttamente ai Vescovi delle diocesi salentine in modo da dare un aiuto sostanziale a chi è sempre in prima linea per aiutare il prossimo. La prima tappa è stata dall’Arcivescovo della diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca, Mons. Vito Angiuli e successivamente ci sarà l incontro con Mons. Michele Seccia dell’Arcidiocesi di Lecce.

Si tratta di un importante momento fondato sull’unità di intenti per il bene comune e sui buoni rapporti, sempre più saldi, tra l’associazione Cuore Amico e la Chiesa. Un vero incontro di festa,  come quanto vissuto in mattinata ai piedi

della cattedrale di Ugento dove due camion della Onlus Salentina hanno scaricato tantissimi pacchi per non lasciare da solo nessuno, cogliendo anche l’occasione di omaggiare con una pergamena ricordo e altri piccoli gadget lo stesso vescovo che ha sposato questa nobile causa paragonandola al frutto simbolo della cattedrale: il melograno.

«Questo è un gesto rilevante innanzitutto per la quantità dei generi alimentari di prima necessità che sono stati donati, per la caritas e per tutti i poveri, che già serviamo ma di cui sappiamo che il numero è aumentato. Al di là della quantità, però, il gesto mi sembra significativo proprio per l’interessamento ed il restare vicini alle persone, e farlo  come dice lo “stemma” con un cuore amico, perché non basta solo donare, bisogna farlo col cuore, perché i generi alimentari sono importanti ma ciò che conta è il cuore, è la solidarietà. – Afferma Mons. Vito Angiuli – Ed io voglio ringraziare perché il gesto acquista un valore di simbolo, una moltiplicità di soggetti ma che lavorano tutti in maniera sinergica per portare un po’ di aiuto in questo momento di grande difficoltà; e diventa anche un augurio per tutti noi, come il melograno simbolo dell’abbondanza».
Infine il Vescovo di Ugento plaude all’iniziativa della onlus salentina: «Va bene mettere in evidenza gesti come questo perché le persone vedano ciò che si fa».

«Siamo scesi in campo per aiutare le famiglie e le persone in difficoltà- afferma il presidente della Onlus Paolo Pagliaro-noi ci saremo fino a quando ci sarà bisogno ma aspettiamo che tutto passi presto e arrivino adeguate misure di sostegno da parte del Governo, in modo che riparta il mondo del lavoro e l’economia inizi a respirare, perché il popolo salentino non è un popolo che vuole vivere di carità ma è un popolo orgoglioso, formato da grandi lavoratori, che ha solo bisogno di rimettersi in piedi».

Come è chiaro, CuoreAmico non può quindi fermare la sua corsa. Sostenete la raccolta alimentare usando il cc 800 della Banca Popolare Pugliese o effettuando un versamento, usando l’iban IT78H0526216080CC0800000800, con la causale “emergenza coronavirus aiuto famiglie distribuzione alimentare”. Per informazioni e richieste, è attivo il numero 350 0410751.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*