La maggioranza a Emiliano: fuori Di Gioia. Ma non Cassano

minerva

BARI – Chiedono le dimissioni dell’assessore alle Risorse Agricole, Leonardo Di Gioia ma non voteranno la mozione di sfiducia per il commissario dell’Arpal, Massimo Cassano. È la linea decisa dai gruppi di centrosinistra, nel vertice che precede il Consiglio di domani.

Nella seduta di domani, infatti, si discuteranno entrambe le questioni. I capigruppo hanno deciso di mandare un messaggio al governatore Emiliano: nessun atto formale in aula contro Di Gioia, ma le dimissioni devono essere pretese ugualmente. Impossibile, per i consiglieri di centrosinistra, continuare a rappresentare il governo regionale dopo aver apertamente sostenuto il candidato della Lega alle ultime elezioni europee.

Quanto a Cassano, la maggioranza respingerà la sfiducia presentata dalle opposizioni. Solo un voto segreto potrebbe, dunque, riservare sorprese.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*