AmbienteAttualità

Il “regalo” di Capodanno: il Ministero di Di Maio dà l’ok a ricerche petrolio nello Ionio

ROMA- Un “regalo” da ultimo dell’anno: ok alle trivelle nel mar Ionio. E scoppia la bagarre politica con la Regione Puglia che annuncia le barricate. E non solo lei: è fuoco incrociato contro il M5s.

“Il Ministero dello Sviluppo Economico di Luigi Di Maio ha dato il via libera alle trivelle per la ricerca del petrolio nel mar Ionio. In data 31 dicembre 2018 è stato pubblicato sul BUIG (bollettino ufficiale degli idrocarburi e delle geo risorse) che autorizza tre nuovi permessi (F.R43-44-45.GM) di ricerca petrolifera su una superficie complessiva di 2200 km/q a favore della società americana Global MED LLC, con sede legale in Colorado, Usa”.

Lo riferisce Angelo Bonelli dei Verdi che aggiunge: “La ricerca autorizza l’uso dell’air gun, le bombe d’aria e sonore, che provocano danni ai fondali e alla fauna ittica: è il regalo di Luigi Di Maio alla Puglia e alla Basilicata dopo Ilva e le autorizzazioni alla Shell rilasciate dal Ministero dell’Ambiente”.

Articoli correlati

Elezioni comunali, verifica delle sezioni 26 e 35

Redazione

Politica e impegno, Giacinto Urso festeggia 99 anni

Redazione

Mondiali di Hyrox: risultati di tutto rispetto per i sessantenni salentini Franco e Massimo

Redazione

Partono le iniziative del “Tavolo di coordinamento NOG7”

Andrea Contaldi

Il G7 come riscatto per il territorio

Andrea Contaldi

Eseguiti nei tempi previsti i lavori stradali per il G7

Andrea Contaldi