Donald Trump spinge per Tap. Il premier Conte: “Opera strategica, ma inquietudini nelle comunità locali, mia intenzione incontrarle”

WASHINGTON- Donald Trump appoggia la realizzazione del gasdotto Tap: “Voglio un qualcosa di competitivo e spero il primo ministro riuscirà a farlo e a completarlo”, ha detto il presidente Usa durante il summit alla Casa Bianca con il premier Giuseppe Conte. “L’ Italia è perfettamente consapevole che il Tap è un’opera strategica. Ma ci sono inquietudini nelle comunità locali sulla realizzazione del gasdotto ed è mia intenzione incontrarle”, ha precisato Conte, che, dunque, presto potrebbe chiedere un incontro con il primo cittadino di Melendugno Marco Potì.

L’America, come è noto, vuole garanzie sul completamento del gasdotto che dovrebbe collegare l’Azerbaijan all’Italia passando per Melendugno. E questo perché spinge per una minore dipendenza energetica dell’Europa dalla Russia, sebbene, però, all’interno della compagine di Shah Deniz, che gestisce la risorsa azera, ci sia anche la più grande società russa.

Inoltre, durante l’incontro alla Casa Bianca, stando a fonti di Palazzo Chigi, Conte ha ricevuto il via libera dal presidente americano su tre questioni cruciali: la Libia, una cabina di regia permanente per il Mediterraneo e la questione degli scambi commerciali e dei dazi

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*