“Preferisco andare in Paradiso che tornare a scuola”: la frase shock di una bimba vittima di bullismo. La mamma: “Si intervenga subito”

TAVIANO-  Derisa, insultata e spintonata dai propri compagni, tanto da non voler più andare a scuola. Questa è la storia di una bambina di 9 anni, vittima di un grave episodio di bullismo in una scuola elementare di Taviano. A denunciarlo è la sua mamma, attraverso un post pubblico su Facebook:

“Sono costretta a denunciare -scrive- che in una classe quinta della scuola  sita in Taviano c’è un problema gravissimo: il bullismo ! Sono diversi giorni, che mia figlia  viene a casa accusando male alla testa, oggi la triste verità è venuta a galla! Mia figlia non può muoversi dal banco, perché viene derisa , insultata e spintonata …ho dovuto comprare più di un astuccio contenente i colori , perché i cosiddetti compagni glieli rompono passeggiandoci sopra .., ho preso mia figlia dalla scuola oggi in preda al panico , perché 2 ragazzine hanno cercato di buttarla dalle scale ! Mi chiedo dove sono le insegnanti ???? Vergogna !!!”

Parole forti che descrivono l’amara situazione in cui è costretta a vivere la piccola alunna, tanto da arrivare a dire di preferire andare in Paradiso, anzichè tornare in quella classe. Ora la sua mamma è arrabbiata e desidera andare a fondo alla vicenda, contattando  chi di competenza, perchè è convinta che il caso di sua figlia non sia isolato e oggi ne avrebbe avuto conferma. “Bisogna intervenire subito”, dice.

Intanto il sindaco Giuseppe Tanisi, informato  dell’accaduto, ha detto che contatterà il preside per avere delucidazioni e quindi proseguire con dovute iniziative di concerto con l’amministrazione o servizi sociali.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*