Nuovo ospedale di Maglie-Melpignano, sindaci pronti “alle barricate”: “Regione si muova”

MAGLIE – I sindaci di Maglie e Melpignano sono pronti a “fare le barricate” per chiedere alla Regione di sbloccare il progetto fermo da tempo del nuovo ospedale che dovrebbe sorgere sui loro territori. Ernesto Toma e Ivan Stomeo hanno deciso di approvare una delibera condivisa per invitare il governatore Michele Emiliano a dar seguito a due differenti atti, approvati dalla giunta regionale nel 2012 e nel 2015, che prevedevano la realizzazione del nuovo nosocomio, oltre che l’individuazione dell’area, compresa tra i due comuni, su cui sarebbe dovuto sorgere.

“Attendiamo di capire dal presidente, nonché assessore alla Sanità, quali siano le sue reali volontà, dal momento che – scrivono – in barba alle delibere approvate da due giunte, in occasione delle visite ai nosocomi del Barese del febbraio scorso, dichiarò che vi è necessità di costruire un nuovo ospedale ad Andria, perché in quell’area c’è bisogno di un ospedale di secondo livello. E aggiunse che non è prevista la costruzione di altri nuovi ospedali da nessuna parte. Porteremo i cittadini nelle piazze a protestare contro chi pensa di prendersi beffa del Salento, che oramai sembra condannato ad un destino di isolamento. Il tempo è scaduto”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*