275, il Tar: illegittima l’esclusione Matarrese-Coedisal dalla gara

LECCE- Il Tar di Lecce ha dato ragione al raggruppamento Ati Matarrese Coedisal e ha dichiarato illegittima la sua esclusione dalla gara per la realizzazione della 275. La sentenza è stata pubblicata nelle scorse ore. Il TAR ha condiviso la tesi difensiva degli avvocati Pietro Quinto e Corrado Morrone, rilevando che l’addebito mosso all’ATI sulla vicenda delle polizze risultate false all’esito dell’aggiudicazione a favore della stessa ATI, risulta del tutto infondato, e questo sia in termini fattuali che con riferimento alla qualificazione di un errore professionale che avrebbe compiuto l’ATI nel non accorgersi, con la normale diligenza, della falsità delle polizze. Secondo l’Avv. Quinto, che aveva presentato il ricorso, non poteva essere contestato all’ATI in termini assoluti l’ipotesi di un errore grave nell’esercizio dell’attività professionale considerato che che la previsione del Codice degli Appalti si riferisce ad un errore commesso nello svolgimento di una procedura negoziale. In ogni caso l’ATI risultava vittima e parte lesa in un disegno criminoso di rilevanza nazionale che aveva coinvolto tre società londinesi che risultavano aver emesso le polizze poi risultate false. La buona fede dell’ATI Matarrese/Coedisal – si legge in sentenza – è dimostrata dal fatto che solo a seguito di un comunicato ufficiale dell’ organismo pubblico che controlla le società emittenti le polizze era emerso nel settembre 2015 il venir meno dell’abilitazione delle società londinesi che avevano emesso le polizze. E quindi, si legge nella sentenza del tar, se truffa vi è stata, l’Ati deve ritenersi parte lesa. Questo significa, commenta l’Avv. Quinto, che l’ATI, già privata del diritto a conseguire l’aggiudicazione dei lavori,è pronta a chiedere il risarcimento dei danni subiti in tutti questi anni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*