E’ Natale: c’è posta per Braglia, Sticchi Damiani, Papini, Moscardelli e per la squadra. Il capitano al mister: “Te famò magnà il panettone”

LECCE (di Carmen Tommasi) – Una semplice busta e un biglietto giallo o rosso su cui scrivere un breve messaggio d’auguri natalizi ad un destinatario ben preciso: questa la “consegna” data ad alcuni protagonisti dell’U.S. Lecce, e al giornalista Elio Donno, che si sono prestati con simpatia e stupore a fare questa piccola sorpresa ai loro ignari destinatari.

ELIO DONNO, IL DECANO  – Una firma autorevole, un uomo gentile, un professionista serio, un giornalista che ha scritto e vissuto la storia del Lecce in prima persona da grande protagonista. Abbiamo chiesto proprio ad Elio Donno, come massimo rappresentante della stampa sportiva salentina, di inviare un messaggio natalizio a mister Braglia e alla sua squadra. “Mister Braglia e ragazzi, scrissi il primo articolo sul Lecce 62 anni fa. Ho il diritto, adesso, di resocontare il ritorno in serie B. Questa è una richiesta e un augurio allo stesso tempo”: un pensiero, questo, sicuramente chiaro e deciso che arriva da chi ha vissuto sulla sua pelle la storia passata e recente dell’US. Lecce, sempre con grande passione e professionalità.

12386706_10153724586858467_1495066735_nIL CAPITANO A BRAGLIA – Simpatico, spiritoso, piccante, ironico e in romano naturalmente: questa l’essenza del messaggio di capitan Romeo Papini a mister Piero Braglia su nostra espressa richiesta. “Tranquillo mister, il panettone te lo famo magnà, manca poco al Natale, non ce la famo a fatte fuori!!!”: scrive così l’ex centrocampista del Carpi al tecnico giallorosso su un biglietto natalizio, ovviamente tutto giallorosso. “Pensiero” (scritto prima delle gare con la Paganese e il Benevento) che dimostra, se ce ne fosse bisogno, l’estrema intesa che si è creata tra la squadra ed il vulcanico tecnico di Grosseto.

FANTASIA ABRUZZESEGiuseppe Abruzzese è ormai diventato un punto di riferimento del Lecce di Piero Braglia, 702730_10153724587888467_1076245871_nuna pedina fondamentale per la difesa giallorossa e molto amato dai supporter salentini. Anche al difensore di Andria, così come ad alcuni suoi compagni di squadra, abbiamo chiesto di scrivere un semplice messaggio d’auguri natalizi su un bigliettino giallorosso che doveva avere come destinatario, il presidente onorario Saverio Sticchi Damiani. L’ex capitano del Crotone, nella sala stampa del “Via del Mare”, ha “costruito” a sorpresa con i pochi mezzi a disposizione che aveva un albero di Natale “personalizzato”. Alla base è presente, infatti, tutto lo staff tecnico giallorosso, nel tronco dell’albero c’è tutta la rosa salentina e la parte superiore, ovvero la stella è rappresentata proprio da Saverio Sticchi Damiani, la guida simbolica e carismatica dell’U.S. Lecce.

Abbiamo già consegnato il messaggio del giocatore all’avvocato leccese che, stupito della bella idea avuta dal suo giocatore, ha dichiarato:“Conserverò con immenso piacere questo pensiero, ringrazio tanto Beppe”. Una cosa è certa: l’esperto centrale di Andria ha fantasia da vendere, anche perchè quando può, nel tempo libero, si cimenta con passione nella pittura di quadri, come lui stesso ci ha fatto sapere.

1059081_10153724884298467_827638444_nLEPORE A MOSCA – A Checco Lepore, si sa, piace il bel calcio, ma anche e soprattutto i giocatori di qualità. In squadra ne ha tanti e proprio per questo abbiamo chiesto al centrocampista di San Pio delle Case Magno di inviare un messaggio al compagno  Davide Moscardelli. E Checco, ha pensato bene di fare un assist alla “famosa” barba dell’ex Bologna. “Natale è arrivato e spero in un Moscardelli sbarbato. Buon Natale bomber e ti auguro un buon anno ricco di goal…”: scrive così l’ex Varese e l’augurio del leccese doc è proprio quello che si aspettano i tifosi giallorossi, che amano così tanto il loro bomber barbuto che, nello scorso campionato ha messo a segno ben 15 gol.

12395188_10153724588593467_142611822_nPER “RE PAPO” – Grandi amici fuori dal campo e sempre complici sul terreno da gioco. Stefano Salvi e Romeo Papini sono la coppia collaudata del centrocampo giallorosso, ormai da più di due stagioni. Entrambi romani, ma innamorati del Lecce e del Salento.

Abbiamo chiesto a Stefano Salvi, fresco di rientro dal brutto infortunio che ha condizionato tutta la prima parte di stagione del centrocampista, di inviare un messaggio natalizio, in dialetto romano, al compagno di squadra:“Vedette soffrì così per cercare di vince ogni partita, randellando –scrive Salvi- chiunque ti passava vicino, e non potette aiuta in tutti sti mesi mà fatto sta male. So contento de esse tornato pe datte da mano lì in mezzo. Te voglio bene”. Ecco fatto e siamo certi che la risposta del capitano giallorosso non si farà di certo attendere.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*