La campagna arriva nel cuore di Lecce: in alto i calici, c’è “Niurumaru”

LECCE- E’ un evento diverso dai soliti che scandiscono l’estate salentina. Perchè porta i colori e i profumi della campagna nel cuore del Barocco, nel centro storico di Lecce, per inneggiare a sua maestà il vitigno che più ci rappresenta: il Negroamaro. È “Niurumaru festival”, una manifestazione salentina fin dal nome, a cura di Media e Comunicazione di Paolo Pagliaro e di White, per la direzione artistica di Antonio Bruno con Mari Chiriatti e la media partnership di Telerama.

Da mercoledì 6 a lunedì 11 agosto, le viuzze del centro diventano percorsi del vino, quello di qualità, di ben 40 cantine, pronte per essere scoperte dai visitatori che gusteranno ogni singolo vino in brillanti calici. Il tutto accompagnato, nel teatro del gusto allestito in piazza S. Oronzo, dalle interpretazioni uniche dei piatti tipici preparati da chef eccellenti: Carlo Sozzo, Fabio d’Aprile e Carlo Putti. In sottofondo, la pizzica che si mescola a sonorità internazionali.

Questa sorta di ricostruzione di paesaggio rurale vanterà un’attenzione eccezionale negli allestimenti, con una cura ed una delicatezza tali da non deturpare e non invadere affatto gli spazi e le bellezze architettoniche, che saranno invece esaltati. E non poteva essere altrimenti per un evento che promuove Lecce Capitale della Cultura 2019.

L’unica nota stonata è l’assenza di due grandi nomi, rappresentanti anche di istituzioni locali che, non partecipando, si sono chiamati fuori dall’evento principe dell’estate, per la promozione della nostra ricchezza più grande.  Chi, invece, c’è eccome, è il Gal serre salentine, il Gal Capo di Leuca, Agrinsieme -la preziosa aggregazione delle associazioni di categoria cooperative italiane, Cia, Confagricoltura. Un connubio fortemente voluto dal recentemente scomparso Giuseppe Politi.

Le aree, tutte da gustare, sono quattro: area rossi e Salice Salentino in via Rubichi, piazzetta Castromediano e piazzetta Riccardi; area bianchi in via Templari e via Umberto Primo, area rosati in Corso Vittorio Emanuele e via Degli Antoglietta e la strada dell’olio, in via Alvino.  L’inaugurazione di Niurumaru Festival è mercoledì alle 20 in piazza S. Oronzo.

NIURUMARU

NIURUMARU2

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*