Covid, Fitto: con Emiliano caos se non arriva un commissario dal Governo

PUGLIA- “Il presidente della Regione, nonché assessore alla Sanità, Emiliano, negli ultimi mesi manifesta posizioni evidentemente confuse e continuamente cangianti sul tema Covid-19 in Puglia”. Il candidato presidente alla Regione Puglia per il centrodestra Raffaele Fitto commenta così la gestione della nuova situazione Covid nelle ultime settimane.

“Nelle ultime ore- dice Fitto- ordina la quarantena per i pugliesi di ritorno dalle vacanze in Grecia, Spagna, Malta;  emana ordinanze ondivaghe ed in controtendenza con quelle emanate dal Ministro della Salute”. Poi c’è la questione del professor Pierluigi Lopalco “Che- dice Fitto- dovrebbe controllare da scienziato l’attività legata alla gestione tecnica dell’emergenza Covid e si ritrova impegnato in campagna elettorale. Qualche giorno fa rilascia dichiarazioni pericolose secondo le quali il virus viaggia in aereo e non sui barconi, frasi dal netto sapore ideologico e dalla scarsa valenza scientifica. Sui media parla di ‘seconda ondata’ in Puglia, per la verità dopo aver di fatto negato l’esistenza di una prima. Oggi, con un metodo di comunicazione preoccupante oltre che atipico, apprendiamo da alcuni siti di ‘cinque giovani contagiati in condizioni severe’ – dichiarazioni virgolettate attribuite a Lopalco, non si capisce se in veste di epidemiologo, di consulente della regione o di candidato. Per questo motivo- conclude Fitto- mi vedo costretto a chiedere alla presidenza del Consiglio dei Ministri la stessa attenzione avuta pochi giorni fa nel sostituirsi al Consiglio Regionale – ai sensi dell’art. 120 della Costituzione – per introdurre la doppia preferenza di genere. Ovvero un commissariamento urgente, uno staff comprensivo di esperti e tecnici composto e guidato da persone non condizionate dagli eventi elettorali.
Non fa bene a nessuno, tra le altre cose- conclude- la voce insistente ma speriamo infondata, secondo la quale le esternazioni di cui sopra siano dettate dal tentativo di gettare le basi per rinviare la data del voto”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*