La ripartenza pugliese affidata ai “magnifici sette”: al timone la direttrice creativa di Dior

BARI- Ora che la Puglia supera il primo giro di boa, cioè le prime tre settimane dall’avvio della fase due, con dati che fanno ben sperare, la Regione affida il timone della ripartenza a un gruppo strategico in materia economica e sociale. A guidarlo è Maria Grazia Chiuri, di origini tricasine, attuale direttore creativo di Dior, affiancata da altre sei personalità illustri, la gran parte salentine.

Si scaldano i motori per un rilancio dopo il disastro i cui effetti economici e nel tessuto sociale devono ancora venire completamente a galla. Lo si fa adesso perché, almeno per il momento, l’emergenza sanitaria sta mollando la presa: in tutta la regione si registra una media di dieci contagi al giorno; nove quelli rilevati dall’ultimo bollettino su un totale di 2036 tamponi registrati.

Guardia alta, sempre, sull’allerta sanitaria, ma è l’ora anche di concentrarsi sul resto. La nascita del gruppo strategico mutua il modello già visto al governo con la chiamata di grandi esperti a consigliare le decisioni più delicate nei vari settori. Quello pugliese, come detto, sarà guidato da Maria Grazia Chiuri, prima donna a ricoprire il ruolo di direttore creativo in una delle maison più carismatiche per il sistema della moda, appunto Dior. Proprio in questo mese si sarebbe dovuta tenere a Lecce la tanto attesa sfilata Cruise da lei voluta in piazza Duomo e rimandata a data da destinarsi. Chiuri avrà al suo fianco l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, leccese, già a capo della task force regionale sull’emergenza; l’ex ministro ai Beni Culturali Massimo Bray, leccese anche lui, direttore editoriale dell’Istituto della Enciclopedia italiana Treccani e già presidente della Fondazione Notte della Taranta; Massimo Inguscio, anche lui leccese, dal 2016 presidente del Centro Nazionale Ricerche, il Cnr. Ci sono poi Pasquale Preziosa, biscegliese, ex Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica; il barese Salvatore Rossi, con funzioni di vicepresidente, economista, manager e banchiere italiano, attuale presidente di Telecom Italia S.p.A; Alessandro Sannino, con funzioni di segretario, anche lui di Bari, docente del dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione all’Università del Salento, ma anche ricercatore, inventore e fondatore di diverse imprese che hanno attratto importanti investimenti in Puglia.

Tutti e sette svolgeranno l’incarico a titolo gratuito: dovranno elaborare e proporre misure necessarie per la ripresa graduale nei vari settori, disegnando un modello di sviluppo proprio della Puglia per i prossimi anni. “Il loro punto di vista – dichiara il presidente Michele Emiliano – è molto autorevole; la loro esperienza, la loro visione, le loro relazioni umane e professionali rappresentano una grande opportunità per allargare i nostri orizzonti e per arricchire il percorso di partecipazione dal basso alle scelte che ha sempre caratterizzato la nostra azione di governo”.

Il Gruppo strategico fa riferimento direttamente al Presidente della Regione e si coordina attraverso il capo di Gabinetto Claudio Stefanazzi con il management board della Regione Puglia composto dai capi dipartimento.

 

Questi i profili dei “magnifici sette”:

Maria Grazia Chiuri, con funzioni di Presidente

È nata a Roma nel febbraio 1964. Il padre è di origini pugliesi e Chiuri mantiene un forte legame con la Puglia, che per lei rimane ancora oggi meta privilegiata quando non è impegnata con il lavoro. Terminati gli studi all’Istituto Europeo di Design a Roma, comincia subito a lavorare in una piccola azienda di scarpe, poi in quel laboratorio di idee che è stato Chiara Boni a Firenze negli anni ottanta. Approda successivamente da Fendi e da Valentino, dove diventa direttore creativo di tutte le linee. Dal 2016 è direttore creativo di Dior, (prima donna a ricoprire questo ruolo in una delle maison più carismatiche per il sistema della moda) per le linee Haute Couture, prêt-à-porter, accessori donna. Maria Grazia Chiuri, riconosciuta a livello internazionale come una delle protagoniste della moda contemporanea, ha saputo dare interpretazione e valore a una nuova generazione di donne consapevoli. Nel suo lavoro, le ragioni della creatività prendono forma grazie al confronto con l’artigianato e l’industria, attitudine che è nel suo Dna di progettista italiana.

Massimo Bray

È nato a Lecce l’11 aprile 1959. Nel 1994 assume la carica di direttore editoriale dell’Istituto della Enciclopedia italiana Treccani, seguendone l’apertura al mondo digitale. Ha presieduto la Fondazione La Notte della Taranta, che organizza il più grande festival di musica popolare d’Europa, dedicato al recupero della pizzica salentina e alla fusione con altri linguaggi musicali. Sull’edizione italiana di Huffington Post è autore di un blog dedicato alla cultura e all’editoria. Alle elezioni politiche del 2013 è stato eletto deputato nelle fila del Partito democratico e dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014 è stato ministro per i Beni, le attività culturali e il turismo del governo presieduto da Enrico Letta. Nel marzo del 2015 ha rassegnato le dimissioni da deputato per occuparsi a tempo pieno dell’Istituto della Enciclopedia italiana, di cui, nel corso dell’anno, è stato nominato direttore generale. Ha presieduto nelle edizioni del 2017 e del 2018 la Fondazione per il libro, la musica e la cultura, l’ente promotore del Salone internazionale del libro di Torino. Nel 2019 ha pubblicato il libro Alla voce Cultura. Diario sospeso della mia esperienza di Ministro, edito dall’editore Manni.

Massimo Inguscio

Nato a Lecce il 26 gennaio 1950, è un fisico. Accademico dei Lincei, dal febbraio 2016 è presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Nel 2005 gli è stato conferito il Grand Prix Scientifique dell’Académie des Sciences e dell’Istituto di Francia (Fondation Simon e Cino del Duca), e nel 2009 ha ricevuto un Advanced Grant del Consiglio Europeo della Ricerca. Nel 2014 gli è stato assegnato il premio Herbert Walther.

Pierluigi Lopalco

È Professore Ordinario di Igiene presso l’Universitá di Pisa. Dal 2005 al 2015 ha lavorato presso il Centro Europeo per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie (ECDC) a Stoccolma, dove è stato capo del programma per le malattie prevenibili da vaccino. Ha pubblicato oltre 170 articoli su riviste scientifiche accreditate nazionali ed internazionali. Recentemente ha contribuito alla sesta edizione del volume Vaccines di Plotkin S., Orenstein W., and Offit P. In Italia ha pubblicato insieme con Alberto Tozzi il libro di testo Epidemiologia Facile, Pensiero Scientifico Editore ed è coautore di #Comunicare i #vaccini per #salute pubblica, Edra Editore. Nel 2018 ha vinto il Premio Nazionale di divulgazione scientifica “Giancarlo Dosi” per il suo libro “Informati e Vaccinati” edito da Carocci. È attivo su internet con il suo blog Adulti&Vaccinati. È responsabile del coordinamento epidemiologico della Regione Puglia.

Pasquale Preziosa

Nato a Bisceglie il 21 marzo 1953. È stato nominato Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica il 6 dicembre 2012 dal governo Monti, è entrato in carica il 25 febbraio 2013, fino al 30 marzo 2016.

Salvatore Rossi, con funzioni di Vice Presidente

Nato a Bari il 6 gennaio 1949, è un economista, manager e banchiere italiano, attuale presidente di Telecom Italia S.p.A. Laureato in matematica presso l’Università di Bari nel 1975. Da settembre 2019 è presidente della Federazione tra Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Normale Superiore e IUSS e da ottobre 2019 è presidente di Telecom Italia S.p.A.. È Professor of practice presso la Libera università internazionale degli studi sociali Guido Carli (Luiss) School of European Political Economy. Membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Giovanni Agnelli, dell’Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital (AIFI), dell’Advisory Board della Fondazione Economia Tor Vergata.

Alessandro Sannino, con funzioni di Segretario

Nato a Bari nel 1972, è un ingegnere chimico. Professore ordinario di Scienza e Tecnologia dei materiali, dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione, all’Università del Salento. Soprattutto ricercatore e inventore. Il suo campo di ricerca primario è il settore dei polimeri, dei biomateriali e delle plastiche biodegradabili, area in cui svolge attività di coordinamento e partecipazione a importanti progetti di ricerca. Ha fondato diverse imprese che hanno attratto importanti investimenti in Puglia.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*