Violenza di genere: difendersi si può con il Krav Maga

LECCE/STERNATIA- Troppo spesso si sente parlare di violenza di genere, di stupri, di aggressioni ai danni delle donne. Ma loro, oltre a dover denunciare, dovrebbero sapersi anche difendere sempre e ovunque, magari sfruttato la disciplina del Krav Maga, che ha origine israeliana, e che  letteralmente significa “combattimento a poca distanza”.

Da qualche anno, questa particolare tecnica di autodifesa è stata adottata anche qui nel Salento dalla Federazione Italiana di Krav Maga, che vede al capo il Maestro Luigi. Da lui, a Sternatia, infatti si svolgono dei corsi dedicati alle donne, ma non solo, attraverso i quali, oltre ad insegnare a sapersi difendere in ogni luogo, fa emergere la capacità di ritrovare fiducia in se stesse, quanto anche la forza che a volte sembra sparire.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*