Turismo nel Salento: boom a capodanno, anche al mare

QuattroStelle

SALENTO  -Saranno Lecce e Otranto le mete più gettonate, ma brillerà anche Gallipoli e i borghi dove le tradizioni natalizie sono vive e autentiche. Nel Salento si brinderà al nuovo anno immersi nel barocco o, perché no, anche in riva al mare. Lo dicono le statistiche sui flussi turistici in arrivo per San Silvestro: dal Centro Studi Confederazione nazionale artigianato a Confesercenti e Federalberghi Puglia. Il quadro delineato è questo: il 92 % delle strutture ricettive di Lecce, Brindisi e Taranto risultano sold out. Dalle rilevazioni di Federalberghi Puglia è emerso poi come tutto il sistema alberghiero regionale abbia registrato un considerevole incremento di oltre il 10% (con punte fino al 20%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In particolare i turisti che hanno scelto il Salento, si diceva, hanno preferito le città d’arte (Lecce, Taranto, Brindisi), i paesi e i borghi agghindati a festa all’insegna della tradizione e persino i must estivi come Otranto e Gallipoli. Ad attirare sono soprattutto gli hotel con spa, secondo confindustria, e gli eventi culturali come mostre, concerti in Piazza, spettacoli in strada.

La guardia resterà alta sul fronte abusivismo ricettivo -preannuncia Federalberghi- una piaga che rischia di vanificare tutto il lavoro svolto in favore dello sviluppo turistico del territorio. Sforzo che quest’anno, in particolare, sembra proprio essere stato premiato.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*