Social Housing in un bene confiscato, la Giunta comunale aderisce al progetto

LECCE – La giunta comunale ha deliberato oggi l’adesione al progetto “Case di comunità – reti di habitat per l’accoglienza, la socialità e il lavoro” che sarà presentato dalla Cooperativa Sociale La Solidarietà a valere sul “Bando Housing sociale 2018” di Fondazione con il Sud. Il progetto, se finanziato, prevede il recupero di un immobile confiscato alla criminalità organizzata in via Delle Acacie, inserito tra i beni indisponibili del Comune a seguito di Decreto di trasferimento dell’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e destinato a “scopi sociali”. Il budget richiesto per il recupero e il restauro dell’immobile prevede interventi per oltre 97 mila euro. L’immobile sarà destinato ad ospitare per periodi limitati al massimo 4 persone persone o piccoli nuclei familiari in situazione di fragilità o vulnerabilità socio-economica, giovani in situazioni di precarietà lavorativa o giovani coppie in difficoltà socio economica momentanea; persone in carico ai servizi territoriali per percorsi di sostegno e riabilitativi.  L’occasione offerta dal bando di Fondazione con il Sud, – dichiara l’assessore al Patrimonio e Innovazione Sociale Rita Miglietta – ci potrà consentire, se la proposta progettuale supererà la selezione, di recuperare un immobile sottratto alla criminalità organizzata, per ospitare nuove forme di co-abitazione tra soggetti fragili, persone in situazioni di precarietà lavorativa momentanea. In questo modo, possiamo sperimentare nuove forme di condivisione anche momentanea dell’alloggio e di spazi comuni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*