Supermercato della droga nel centro storico di Lecce, arrestato 50enne

LECCE- Da casa controllava che fuori, in strada , nessuno toccasse la droga che nascondeva abitualmente in un tombino e in un contatore dell’acqua. E lo faceva grazie ad una telecamera nascosta in un vaso sulla finestra. Per evitare spiacevoli incursioni delle forze dell’ordine Antonio rizzato, 50enne leccese , preferiva infatti tenere il grosso della merce fuori dall’abitazione: un appartamento al piano terra in pieno centro storico, a due passi dal corso. Lui era ai domiciliari proprio per droga e i clienti abituali li riceveva in casa: davanti alla porta a volte si formava anche la fila: suonavano, lui apriva e avveniva lo scambio. Un via vai di tossicodipendenti abituali che agli agenti delle Volanti , guidati dalla dottoressa Eliana Martella, non poteva sfuggire e che le telecamere, piazzate appositamente, hanno immortalato. Martedì pomeriggio il blitz in casa che si è concluso con l’arresto dell’uomo. Semplicemente suonando alla porta i poliziotti sono entrati ed hanno recuperato, anche l’aiuto dei cani antidroga, 1 chilo e mezzo di eroina, 15 grammi di coca, 51di marijuana e 6 mila e 650 euro in contanti nascosti in una scarpa. Durante la perquisizione il via vai dei clienti non si è mai fermato : si presentavano con soldi in mano pronti a comprare le dosi. Quando si rendevano conto di avere davanti la polizia cercavano naturalmente di dileguarsi in più in fretta possibile. Anche la moglie di rizzato è stata denunciata. Non poteva non sapere che il marito avesse trasformato quella casa in un supermercato della droga.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*