Arte e valori sociali, presentato il Calendario storico 2018 dell’Arma

LECCE- L’arte contemporanea ormai è un must, la tutela delle categorie deboli, l’integrazione, ambiente, sicurezza, i bagni culturali, sono i valori etici e sociali insiti nell’arma dei carabinieri. E’ stato il generale Tullio Del Sette, a presentato ufficialmente al museo Maxxi di Roma, per la prima volta fuori da una caserma, la nuova edizione del calendario storico 2018. Nel Comando provinciale di Lecce ad illustrare il nuovo calendario il colonnello Domenico Montemurro, alla guida del reparto operativo. Anche quest’anno ogni tavola è stata curata nei particolari, dal punto di vista grafico e nel contenuto. Il calendario, stampato in un milione e 300.000 copie – è dedicato ai Paesi in cui i Carabinieri svolgono servizio e rende omaggio a queste realtà offrendo uno spazio a giovani e affermati pittori contemporanei, a partire dal maestro Ugo Nespolo che fa da filo conduttore alle opere: dalla copertina, un album di famiglia che rappresenta i 110.000 militari in servizio, alle pagine di sinistra di ogni mese, dedicate ai compiti istituzionali dell’Arma. Insieme all’agenda 2018, dedicata all’arma nello sport diventa, come sempre, pregiato pezzo da collezione, un’opera sempre più richiesta dietro alla quale c’è un lavoro lungo e importante anche dal punto di vista artistico “Il calendario comunica arte dieci volte più della Biennale di Venezia”, ha detto il critico Philippe Daverio anche perché è tradotto otto lingue tra le quali, da questa edizione, giapponese, cinese e russo. Inoltre le 12 tavole sono state realizzate da altrettanti pittori contemporanei provenienti da tutto il mondo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*