Omicidio Noemi, “la tragedia evitabile”: due comunità sgomente

SPECCHIA/MONTESARDO- Silenzio e amarezza a Specchia e Montesardo, due comunità colpite da una tragedia immane. Il giorno dopo la confessione del ragazzo di Noemi e il ritrovamento del corpo senza vita sembra che il tempo si sia fermato. Mentre lì a Castrignano del Capo in tanti giungono per depositare fiori bianchi e piccoli pensieri sul luogo dell’ orrore..a Specchia un vigile urbano protegge l’intimità di una famiglia ridotta a pezzi.  Sua mamma Imma si è chiusa nel dolore chiedendo solo silenzio, rispetto e che tutti pregassero per la sua bambina.

La gente in paese fa fatica a parlare…fa finta di non sapere ma poi c è chi non trattiene la rabbia. Proprio come a Montesardo..quella piccola frazione dove abita il 17enne insieme alla sua famiglia.

La tragedia di Noemi ha messo in ginocchio due comunità che oggi più che mai di stringono al dolore della famiglia della 16enne e con una sola convinzione: questa tragedia si sarebbe potuta evitare.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*