Schianto in moto, Lecce saluta Marco con una fiaccolata. Su Facebook: “Ciao grande!”

LECCE- “Non ho parole per esprimere tutto ciò che provo tutto quello che mi mancherà di te, il tuo sorriso e la tua voglia di vivere la porterò sempre nel mio cuore”. Lecce piange un grande amico e lo saluta con un’emozionante fiaccolata. Il giorno di Pasquetta è stato macchiato di sangue con una nuova vittima della strada. Da ieri pomeriggio Marco Scarnera, il giovane 28enne che lavorava all’Urban Cafè, in Piazzetta Santa Chiara, non c’è più. Il suo cuore ha per sempre cessato di battere subito dopo lo schianto contro un’auto.

La tragedia nel primo pomeriggio sulla San Cataldo Frigole. Appena la notizia ha iniziato a diffondersi, in tanti hanno cominciato ad inondare la sua pagina Facebook di foto e post. Frasi strazianti, quasi come se non si volesse dar per certo che lui non ci sia più. E invece è così. Una nuova vittima della strada. Marco era molto conosciuto. In tanti lo ricordano come un bravissimo ragazzo, che adorava giocare a beach volley e fare surf. 

Marco Scarnera
Marco Scarnera

Ieri sera, in segno di lutto, i locali nei pressi di Piazzetta Santa Chiara hanno deciso di non far festa e chiudere le serrande. E oggi amici e conoscenti si sono stretti al dolore della sua famiglia, al ricordo del loro amico che è volato via troppo in fretta con una fiaccolata, dall’Urban Cafè fino a Piazza Sant’Oronzo. Tanti, tantissimi. Tutti li per dare il loro ultimo saluto:

Al momento non si conosce l’esatta dinamica dell’incidente. Si sa solo che quello schianto fatale non è stato possibile evitarlo, almeno secondo il racconto della famiglia di Surbo che era nell’auto coinvolta nel sinistro. E’ stata questione di attimi e la tragedia si è materializzata con Marco schiacciato dalle ruote del mezzo, la moto incastrata sotto la Hyundai e il casco per terra, a qualche metro. Una fine atroce, impossibile da accettare ancora. Torto o meno, da ieri una vita è volata in cielo. Lecce non si dà pace per aver perso Marco, un ragazzo ancora troppo giovane,ancora con tanto altro da vivere: “Avevi così tanta voglia di fare, come me che, come te, ho solo 28 anni. E la vita dovrebbe essere tutta davanti a noi.. Ciao Marco. Ti abbraccio ovunque tu sia”, si legge in uno dei tanti post che a cascata si leggono sulla sua bacheca Fb. E ancora: “Nessuna parola riesce a esprimere il vuoto che hai lasciato oggi nei nostri cuori..io non ci posso ancora credere…non mi sembra vero…Amico mio…”.

E.P.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*