Santi Patroni, al via la festa tra bancarelle e città off limits

LECCE- Leccesi in fermento in queste ore in cui la città si prepara a rendere omaggio ai suoi santi patroni: Oronzo, Giusto e Fortunato.  Per l’occasione, come ogni anno, è stato stilato un piano traffico, le misure straordinarie scatteranno proprio da lunedì a partire dalle 18:30, il centro sarà off-limits alle auto,si potrà lasciare i mezzi nelle aree parcheggio e da lì decidere se proseguire a piedi o utilizzare gli otto bus navetta messi a disposizione da Sgm, gratuitamente e che consentiranno a leccesi, visitatori e turisti, di raggiungere l’ area festa. 

Sarà possibile lasciare la propria auto gratuitamente nei tre parcheggi di interscambio collocati al Foro Boario, nell’area del Cimitero e alla Torre del Parco nei tre giorni dedicati ai festeggiamenti per i Santi Patroni di Lecce, lunedì 24 e martedì 25. Nell’ordinanza non è stata specifica la giornata di mercoledì 26 agosto, in quanto già considerata festiva, e quindi non soggetta ad alcun pagamento di ticket da parte degli utenti.

Il provvedimento è stato adottato dall’Assessore al Traffico e alla Mobilità Luca Pasqualini per venire incontro alle esigenze dei numerosissimi automobilisti che si riverseranno a Lecce nei tre giorni di festa.  Nell’apposita ordinanza – firmata oggi dal funzionario dell’Assessorato, Carlo De Matteis – si specifica che gli utenti potranno parcheggiare gratis dalle ore 16 alle ore 21.

E ancora, la Cooperativa Sociale “L’Integrazione”, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Ambientali di Andrea Guido, ha organizzato per le tre serate di festa un servizio navetta gratuito con mezzo attrezzato dedicato ai cittadini e ai visitatori diversamente abili. La navetta collegherà dalle ore 20.00 e fino all’una di notte il parcheggio del Foro Boario in Viale Porta d’Europa con la centralissima Villa Comunale. Le corse si susseguiranno senza sosta, andata e ritorno, ogni 15 minuti circa. Sul mezzo sono previsti anche i posti per gli accompagnatori.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*