Inchiesta News, il Comune non si costituisce parte civile contro Consales

BRINDISI– Nell’ambito dell’inchiesta News- Motumus, il comune di Brindisi ha deciso di non costituirsi parte civile nel procedimento giudiziario a carico del sindaco Mimmo Consales. Lo ha deciso questa mattina la giunta.

Secondo l’amministrazionme comunale “l’istituto della costituzione di parte civile da parte di Enti Locali contro i propri Amministratori e/o Dirigenti e Funzionari è sostanzialmente un atto ininfluente ai fini della formazione del giudizio in sede penale che legittimamente rimane in capo agli organi della Magistratura giudicante”.

L’inchiesta coinvolge il primo cittadino e altri dirigenti comunali. Le accuse contestate sono di truffa, abuso d’ufficio e concussione.

Si tratta di reati a vario titolo contestati per “l’affidamento alla News che fu di Consales del servizio di rassegna stampa e comunicazione istituzionale, per la predisposizione del cartellone natalizio e estivo 2012 e per le pressioni fatte ai dipendenti Equitalia per il debito personale del sindaco, che secondo l’accusa sarebbero state compiute proprio in danno del Comune di Brindisi”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*