Abbandonato e crollato, la triste fine del teatro di Squinzano

E' costato circa 2 milioni di euro ed ora è in stato di completo degrado. Fine ingloriosa per il Teatro Tenda di Squinzano inaugurato sotto l'amministrazione Marra e ora abbandonato a se stesso.

TEATRO SQUINZANO

SQUINZANO- Una fine ingloriosa quella del Teatro Tenda di Squinzano inaugurato alcuni anni fa in Pompa Magna, ora abbandonato a se stesso e purtroppo, come si vede in queste immagini, gravemente compromesso. Un monumento allo spreco pubblico.
La struttura , che sorge nella zona industriale del paese è un pugno in un occhio. Sarebbe dovuto diventare contenitore di grandi spettacoli, concerti e eventi sportivi, e invece hanno avuto la meglio le piogge, il vento , gli agenti atmosferici che giorno dopo giorno, in assenza di manutenzione, hanno rosicchiato la tensostruttura che si è letteralmente aperta con il crollo delle intelaiature. Dopo l’inaugurazione la struttura è stata usata dalla locale squadra di pallavolo, ora lo stato di abbandono è sotto gli occhi di tutti, anche per gli automobilisti che arrivano da Lecce o da Brindisi. La denuncia arriva da Fratelli d’Italia , con il responsabile fausto longo e dall’attore Pascal Pezzuto, presidente dell’associazione Karisma Cineproduzioni. Quel teatro è costato circa due milioni di euro.

L’inaugurazione ufficiale avvenne con l’ex sindaco Gianni Marra. La cerimonia, alla quale era stata invitata l’intera cittadinanza, fu presentata dalla nostra collega Daniela Panzera e da Pascal Pezzuto.

Poi, le vicende politiche che seguirono, con la caduta dell’amministrazione Marra e il successivo commissariamento ne hanno segnato le sorti.  Due milioni di euro in macerie, dicono da Fratelli d’Italia, eppure i progetti per rimettere in piedi il Teatro Tenda con l’affidamento della gestione ad una cooperativa sono stati presentati. La struttura però sembra essere definitivamente compromessa, e recuperarla comporterebbe l’impiego di risorse ulteriori che al momento è molto difficile reperire.