Incendio Copertino, capannone agricolo divorato dalle fiamme: colpa di un corto circuito

Un incendio, divampato ieri sera, ha distrutto un deposito di mezzi agricoli nei pressi della Grottella, sulla S. Donato-Copertino. Pare che all'origine ci sia un corto circuito.

copertino copy

COPERTINO- La struttura completamente divorata dalle fiamme, così come pure quello che conteneva: un trattore, un elevatore meccanico, altri mezzi ed un grande bidone pieno di carburante, che ha alimentato il fuoco. Così si presentava alle 9 del mattino il deposito di mezzi di un’azienda agricola nei pressi della Grottella, sulla strada che porta a Copertino, distrutto da un incendio. 

Le fiamme sono divampate intorno alle 21,30 e, 12 ore dopo, continuano ad accendersi focolai. I vigili del fuoco hanno lavorato per ore. Inizialmente si è pensato ad un attentato e invece le indagini affidate ai carabinieri della stazione di S. Pietro in Lama sembrano escludere il dolo: l’incendio sarebbe partito da un corto circuito nell’impianto elettrico.

300 metri quadri di deposito sono andati in fumo, tutto è andato perso, il capannone è caduto a pezzi ed il fuoco è arrivato anche alla serra adiacente.

A chiamare i vigili del fuoco sono stati gli stessi proprietari dell’azienda che, alle prime luci del mattino, hanno fatto la conta dei danni.

copertino copy

copertino2 copy

copertino3 copy

copertino5 copy

copertino4 copy

foto Stefano De Tommasi