Controlli in mare e a terra, raffica di multe

Elevate sanzioni per 3.500 euro. Nei guai sono finiti due pescatori di frodo sorpresi a pescare con attrezzatura non consentita dalla legge.

foto capitaneria di porto 1

GALLIPOLI- Controlli, sia a terra che in mare, da parte della Capitaneria di Porto di Gallipoli. Complessivamente sono state elevate sanzioni per 3.500 euro. Nei guai sono finiti due pescatori di frodo sorpresi a pescare con attrezzatura non consentita dalla legge.
Multa salata, infine, anche per un ristoratore. Nel suo locale, a Santa Cesarea Terme, sono stati recuperati e sequestrati 45kg di prodotto ittico congelato, privo di etichettatura e tanto gli è valsa una sanzione pari a 1.500 euro.