Tra caro-libri e inquinamento, si torna tra i banchi di scuola

Tra mille problemi oggi primo giorno di scuola a Taranto. Spese per le famiglie in aumento fino al 40%. e alla scuola Deledda i piccoli iniziano a suon di inquinamento

alunni scuola elementare

TARANTO- Anche a Taranto comincia il nuovo anno scolastico. Per il momento riguarda ancora pochi istituti che in queste ore hanno riaperto i cancelli, ma nei prossimi giorni le aule torneranno a riempirsi su tutto il territorio. E come ogni anno c’è sempre qualcosa da mettere a posto. Il sindaco di Taranto Stefàno era intervenuto per dare disposizioni proprio sugli interventi di manutenzione degli edifici, incaricando l’Assessore all’Ambiente di coordinare gli interventi di pulizia del verde, disinfestazione e disinfezione delle scuole di competenza comunale.

Ma così non è stato, almeno per quanto riguarda la scuola elementare Deledda al quartiere Tamburi che versa ancora in uno stato di degrado denunciato anche dalle mamme degli alunni che dovranno riprendere le lezioni e fare i conti anche con l’inquinamento.

L’edificio, infatti, è a pochissimi metri dalle ciminiere e dai parchi minerali dell’Ilva. E proprio a causa dell’inquinamento il commissario della Provincia di Taranto, Mario Tafaro, ha vietato il trasferimento dell’istituto musicale Paisiello dall’attuale sede di via Duomo a quella di via Grazia Deledda. Un paradosso se si pensa ai bambini della scuola elementare che proprio lì oltre ai fumi respirano degrado e indifferenza.

L’inizio dell’anno scolastico è anche sinonimo di spese per libri e tutto ciò che serve per lo studio. Il portafoglio delle famiglie “piange” particolarmente in questo periodo perché anche se i prezzi dei libri restano invariati, i genitori sono costretti ad acquistarli nuovi proprio a causa degli aggiornamenti. Quest’anno l’aumento di spesa per le famiglie sarà del 10-11 per cento e se invece si puntasse sul corredo scolastico “griffato” la spesa aumenterebbe fino al 30-40 per cento”. Nuovi problemi che si aggiungono ai vecchi.