Ilva, è il giorno del ricorso dei Riva contro l’obbligo di dimora

Patron dell'Ilva Emilio Riva

TARANTO- È atteso in queste ore l’esito del ricorso al Tribunale dell’appello di Taranto con cui viene chiesta la revoca dell’obbligo di dimora per Emilio e Nicola Riva, ex presidenti dell’Ilva, e Luigi Capogrosso, ex direttore dello stabilimento siderurgico tarantino. Si tratta di una misura cautelare disposta dal gip Patrizia Todisco lo scorso 26 luglio quando, per scadenza dei termini, i due Riva, padre e figlio, e Capogrosso sono tornati liberi lasciando gli arresti domiciliari ai quali erano stati assoggettati un anno prima. Il magistrato, nel disporre la revoca degli arresti, ha pero’ deciso di dover applicare nei confronti dei tre indagati l’obbligo di dimora e verso Emilio Riva e Capogrosso anche il divieto di espatrio. Emilio e Nicola Riva e Luigi Capogrosso furono arrestati, insieme ad altre cinque persone, il 26 luglio del 2012 nell’ambito della prima tranche dell’inchiesta sull’Ilva “Ambiente Svenduto” con l’accusa di disastro ambientale.