“Mare Sicuro” 2013: sanzionati cinque diportisti e sequestrata attrezzatura da spiaggia

OTRANTO-SEQUESTRO

OTRANTO- Siamo entrati nel vivo della stagione estiva e, allo stesso tempo, ancor più incisivi e mirati si fanno i controlli della Guardia Costiera di Otranto nell’ambito dell’operazione nazionale “Mare Sicuro” 2013.

Nel corso degli ultimi giorni, gli uomini del Circondario Marittimo di Otranto, coordinati dal Comandante Gian Marco Miriello, hanno portato a termine numerose attività di verifica, indirizzate soprattutto al rispetto della vigente Ordinanza di Sicurezza Balneare. Pur constatando una generalizzata aderenza alle norme, non sono mancate le sanzioni. Le motovedette hanno “pizzicato” e sanzionato cinque diportisti all’interno della fascia riservata alla balneazione, mentre le pattuglie di terra, nella zona della marina di Lecce, hanno elevato verbali per carenza sulle dotazioni dei mezzi adibiti al salvataggio e per inottemperanza alle disposizioni regionali sulla presenza di dotazioni per i diversamente abili.

Contestualmente a questa costante attività, non si è fermata la campagna di controlli demaniali sulle strutture ricettive del litorale. Proprio ieri, i militari dell’Ufficio Locale Marittimo di San Cataldo hanno sequestrato sul litorale del Comune di Vernole un numero ingente di attrezzatura da spiaggia (ombrelloni, sdraio, sedie e tavolini), denunciando un concessionario di uno stabilimento balneare per inosservanza sull’utilizzo del pubblico demanio marittimo.

Nei prossimi giorni continuerà con la stessa intensità l’azione dei militari della Guardia Costiera, finalizzata alla tutela della sicurezza dei bagnanti ed atta a garantire il regolare utilizzo delle aree demaniali marittime.

Dal Comando dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto ricordano che, per ogni emergenza in mare, è sempre attivo il numero blu 1530 della Guarda Costiera.