Violenze allo stadio, convalidato l’arresto dell’ultrà

LECCE   –   Sarà giudicato per direttissima ad ottobre Virgilio Coppola, 27 anni, nato a Mesagne e residente ad Erchie, finito in manette domenica mentre lanciava sassi contro le forze dell’ordine. Il tifoso violento del Lecce si è presentato nelle scorse ore davanti al giudice Maddalena Torelli, che ha convalidato l’arresto, disponendo l’obbligo di dimora e di firma, come richiesto dal magistrato di turno, il sostituto procuratore Massimiliano Carducci.

L’ultrà ha chiesto di essere giudicato con rito abbreviato. Intanto le indagini condotte dagli agenti di Polizia proseguono a 360° gradi. L’arresto di Coppola, di certo, non sarà l’unico.

Le immagini di tutte le violenze che si sono verificate all’interno e all’esterno del ‘Via Del Mare’ sono tante. Migliorano, fortunatamente, le condizioni dei 9 agenti di Polizia feriti durante i disordini, 6 della Questura di Lecce, tre del Reparto Mobile di Taranto.

 Sono stati tutti dimessi dal ‘Fazzi’ subito dopo le cure ricevute dai medici del Pronto Soccorso.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*