Maxi sequestro Filanto, Filograna rinuncia al Riesame

Filanto - Casarano

LECCE   –    Ha rinunciato al Riesame il Presidente della Filanto, Antonio Filograna Sergio figlio adottivo dell’ormai defunto Patron, Antonio Filograna –. Al Riesame si era rivolto per chiedere il dissequestro dei beni messi sotto sigilli due settimane fa, nel corso dell’operazione ‘Old machine’, scattata il 26 marzo scorso.

Sotto chiave sono finiti, lo ricordiamo, 10 milioni e mezzo di euro in tutto, tra liquidi, 60 conti correnti, depositi, libretti e altri titoli in giro per l’Italia – ma anche immobili – i grandi stabilimenti nella zona industriale di Casarano che furono le ‘cattedrali’ del TAC – e, ovviamente, i macchinari al loro interno.

7 gli indagati. Tra loro compare anche il nome del Consigliere provinciale Gabriele Caputo. A tutti vengono contestate, a vario titolo, le accuse di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e truffa aggravata in danno dell’INPS.