Inchiesta sanità, ultime scosse da Bari a Lecce

LECCE  –  Compaiono i nomi dell’ex Direttore Generale dell’ASL di Lecce Guido Scoditti, dell’ex Direttore Sanitario Francesco Sanapo, e dell’ex Direttore Amministrativo Francesco Valente, nell’avviso di conclusione delle indagini preliminari di uno degli stralci dell’inchiesta sanità di Bari, notificato in queste ore dal Sostituto Procuratore Elsa Valeria Mignone.

Sono 9 in tutto gli indagati che rispondono, a vario titolo, di falso e abuso d’ufficio.

L’inchiesta ha ad oggetto una delibera relativa alla fornitura all’Ospedale di Martano dell’apparecchio ‘Liaison’ della ditta ‘Diasorin’, senza l’espletamento di una gara d’appalto pubblica e la delibera relativa al rinnovamento dell’incarico del servizio di pulizia e disinfezione alle ditte ‘CNS’ e ‘Biologica’.

Gli altri indagati sono: Rita Dell’Anna, Dirigente Area Patrimonio dell’ASL di Lecce, Luigi Caldararo, responsabile dell’istruttoria, Paolo Emilio Balestrazzi, il legale rappresentante della ‘Teknolab’, l’agenzia che distribuiva i prodotti ‘Diasorin’, Biagio Giuseppe Buttazzo, responsabile della ditta ‘Biologica’, e Stefano Pinto, responsabile dell’istruttoria.

L’inchiesta è quella che, nel febbraio 2011, fece finire Scoditti ai domiciliari.

Ora gli indagati hanno 20 giorni per presentare eventuali memorie difensive o chiedere di essere interrogati, prima che il PM decida se richiederne o meno il rinvio a giudizio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*