‘Droga dello stupro’, l’acquirente a processo

Tribunale di Gallipoli

GALATONE (LE)  –  E’ stato rinviato a giudizio con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Stefano Manisco 46enne di Galatone. I Finanzieri lo arrestarono lo scorso 8 febbraio, perchè scoprirono che l’uomo aveva importato illegalmente in Italia un flacone della cosiddetta ‘droga dello stupro’.

L’imputato, assistito dall’Avvocato Alessandro Stomeo, ha sempre sostenuto di aver utilizzato lo stupefacente personalmente senza mai averlo venduto.

Quel flacone sarebbe stato sufficiente solo per un mese del suo consumo. Ma il consulente nominato dal Sostituto Procuratore Stefania Mininni, la biologa Cosima Mongelli ha accertato che nella boccetta erano contenute 900 dosi.

Per questo il PM ha chiesto ed ottenuto il rinvio a giudizio davanti al GUP Vincenzo Brancato.

Il processo si aprirà il 3 aprile davanti al Tribunale Monocratico di Gallipoli.