Banditi scatenati: Uffici Postali nel mirino

Poste Martignano

MARTIGNANO (LE) Determinati e veloci. I banditi che hanno messo a segno la rapina all’Ufficio Postale di Martignano, in Piazza Palmieri, non hanno avuto alcuna esitazione. Armati di pistola e coltello, col volto coperto da passamontagna, due di loro si sono introdotti nei locali, mentre un terzo complice li attendeva fuori, pronto a garantire la fuga, una volta portato a termine il piano criminoso.

Negli Uffici pochi clienti, un cassiere e la Direttrice. Ed è da lei che si è diretto uno dei due rapinatori. Coltello puntato alla gola, l’ha tenuta sotto scacco finchè l’altro complice non ha svuotato le casse.

L’azione è stata rapida, il tempo di infilare le banconote in una busta, poco più di 2.000 €, poi la fuga.

Immediatamente è scattato l’allarme. I primi a raggiunere il posto sono stati i Carabinieri, poco dopo è arrivata anche un’ambulanza. I medici hanno dovuto prestare soccorso alla Direttrice, colta da malore dopo l’assalto armato.

È andata decisamente male, invece, ad un altro gruppo di banditi che in nottata ha cercato di mettere a segno un colpo alle Poste di Salice Salentino. Attrezzati di tutto punto, con arnesi che avrebbero dovuto facilitare il loro piano, tipo guanti, scale, spranghe a altri strumenti atti allo scasso, hanno praticato un foro lungo la parete esterna degli Uffici che si affacciano in via Dante.

Una volta all’interno hanno messo a soqquadro le stanze senza riuscire a portare via nulla. A mandare all’aria i loro intenti è stato l’allarme collegato con la sala operativa della vigilanza che si occupa della sicurezza degli Uffici Postali.

All’arrivo della pattuglia dei banditi non vi era più traccia, tranne tutta l’attrezzatura utilizzata per sfondare la parete. Le indagini sono state avviate dai Carabinieri del NORM di Campi.

 

 

Foto di Stefano De Tommasi