La nuova sfida di ‘CuoreAmico’

Riunione Comitato scientifico 'CuoreAmico'

LECCE – Ci siamo: ‘CuoreAmico’ chiama il Salento tutto a conquistare una nuova meta, la XII edizione del Progetto Salento Solidarietà ha ben chiaro l’obiettivo: dare una mano, vera, concreta, a 19 bambini delle Province di Lecce e Brindisi diversamente fortunati.

Meta come sempre ambiziosa, per un totale di 143.000 euro di fondi da raccogliere.

L’ultima riunione del Comitato scientifico, come sempre la fase più delicata nella lunga corsa senza fine della onlus, è servita a definire e deliberare i casi, a conoscere a fondo la situazione delle famiglie dei bimbi ed a stabilire la sostanza del sostegno per ognuna di esse.

Sostegno economico o automobili speciali, quelle attrezzate al trasporto di chi è sulla sedia a rotelle, quelle riconoscibilissime che da 11 anni, siamo abituati a vedere sulle nostre strade, che racchiudono storie di grande dignità e coraggio. Juri, Alessia, Marika, Maria Rosaria, Luca, Francesco, Benedetta, Lorenzo, Emanuele e poi ancora, Marco Pio, Riccardo, Giada, Maria Francesca, Alessio, Francesco, Anna Paola, Lorenzo, Raffaele, Elisa: sono nomi che presto avranno dei visi e degli occhi da guardare e conoscere, come se fossero parte di ogni famiglia salentina. Hanno dai 2 ai 17 anni ed ognuno di loro vive, oltre che con mamme, papà e fratellini, con una patologia che li mette alla prova da quando son venuti al mondo.

Ed è qui che entra in gioca ‘CuoreAmico’: per risvegliare le coscienze di tutti. Nessuno escluso: dalle Istituzioni ai compaesani… 3 casi di bambini autistici sono stati presi in considerazione, con importanti contributi economici, da erogare però nel tempo, sulla base di un accurato cronoprogramma terapeutico, con équipes di esperti che seguano il piccolo paziente. Fondamentale per questo il ruolo di sprone di ‘CuoreAmico’ nei confronti delle Amministrazioni locali. Durante la riunione è stato sollecitato il Sindaco di Oria, che ha immediatamente risposto, ad affiancare la onlus nel percorso di sostegno ad un bimbo della cittadina.

Al tavolo erano seduti i medici, i garanti, la Banca Popolare Pugliese, il fondatore e Presidente onorario di ‘CuoreAmico’ Paolo Pagliaro ed il Presidente Winspeare, particolarmente toccato dal racconto della vita e delle sofferenze dei piccoli.

E’ il momento per tutti di fare qualcosa: bambini e adulti, scuole ed associazioni, chiunque può riempire i salvadanai con l’inconfondibile cuore colorato, garanzia di trasparenza, sapendo con certezza che ogni centesimo raccolto andrà nelle case di quei bimbi.

Dal 2 al 9 dicembre si apre la settimana tutta dedicata a ‘CuoreAmico’: con manifestazioni nelle piazze e dirette televisive su TeleRama. Una corsa continua e gioiosa.

Basta poco per ricevere in cambio il sorriso più dolce, quello di un bimbo che dice grazie.

[portfolio_slideshow]