Incidente o suicidio? Ad Andrano cresce l’angoscia

Abbondanza Pappaccogli

MARINA DI ANDRANO (LE) –  Ogni mattina, compresa quella in cui è scomparsa, raggiungeva a piedi la scogliera per ammirare il mare, il suo grande amore. Quasi sempre faceva anche il bagno. Siamo a Marina di Andrano.

Da casa sua sono pochi passi, saranno 60 metri, ma la mattina del 1° di novembre, una giornata di festa, non è tornata a casa.

È una settimana che non si sa dove sia Abbondanza Pappaccogli, 67 anni, donna gioviale e socievole, moglie di un marito che per l’angoscia, dal giorno della scomparsa si è chiuso in casa, e madre di 3 figli: due uomini ed una donna che lavora al nord, ma che ora è ovviamente tornata a casa.

Mancavano pochi minuti alle 8 del mattino quando un architetto appassionato di fotografia, quella mattina ha visto la signora Abbondanza, accanto ad una fontana a pochi passi dal mare, proprio sullo spiazzo che sovrasta la scogliera. Lui era lì per immortalare, con i suoi scatti, il mare in tempesta che offriva uno spettacolo meraviglioso e si sono incontrati e salutati.

L’architetto, al momento, pare sia stato l’ultimo a vederla.

Ogni mattina Abbondanza passava dal bar, salutava la titolare e poi proseguiva la sua passeggiata, raggiungendo la ‘Grotta verde’ (che però quel giorno era sommersa, a causa del mare grosso), oppure lo scivolo che dà accesso al mare, poco distante, in località ‘Botte’.

Parliamo al passato di Abbondanza, perchè è da quel giorno che non compie più quei gesti quotidiani e non perchè si abbia la certezza che non sia più viva: la sua famiglia ha ancora speranza. Certo, si pensa sempre più ad una disgrazia. in paese gira una voce: qualcuno giurerebbe di averla vista seduta sugli scogli, quella mattina.

E se così fosse, un’onda potrebbe averla travolta trascinandola in quel mare forza 8. da subito sono iniziate le ricerche, che proseguono. Proprio il giorno prima della scomparsa, il 31 ottobre, la Prefettura di Lecce ha diffuso il nuovo ‘Piano Provinciale di intervento coordinato per le persone scomparse’. Il coordinamento delle ricerche è affidato ai Vigili del Fuoco, affiancati dalla Protezione Civile. Le ricerche, via cielo, mare e terra, proseguono.

La mattina dell’1 novembre la signora Abbondanza indossava maglietta e gonna nere e pantofole, anch’esse nere.

Qualsiasi indizio o segnalazione può essere fondamentale per dare una mano a ricostruire cosa sia accaduto. Ogni informazione può essere comunicata ai Carabinieri, chiamando il 112.