InnovaPuglia, ecco quanto ci costi!

InnovaPuglia

BARILa Regione Puglia, ricordarlo non fa peccato, ha 34 società partecipate e agenzie. Tra queste c’è anche una società in house, dal nome InnovaPuglia. La società, nata nel 2008 dalle ceneri di Tecnopolis e Finpulia, si occupa di fornire servizi e assistenza informatica e telematica alla Regione e non solo.

Naturalmente tutto ha un costo e InnovaPuglia, lo ricordiamo, ha beneficiato di ingenti introiti da parte dell’ente di Lungomare Nazario Sauro, con versamenti pari anche a 5 milioni di euro per alcune commesse.

Ma non è l’unico costo. Naturalmente. Perché Innovapuglia per funzionare ha bisogno di un Consiglio di Amministrazione. E vediamo allora quanto ci costa.

Alla Presidente Sabrina Sansonetti vanno 80.000 euro all’anno. Circa 6.600 euro al mese.
Al Vicepresidente vanno 35.000 euro annui. 2.900 euro mensili.                                                                           15.000 al Consigliere.

A questi bisogna aggiungere 3 componenti del Collegio sindacale, che percepiscono rispettivamente 210 euro per ogni riunione del CdA e Assemblea dei Soci, 3.100 al Presidente e 2.100 ai Consiglieri per le verifiche trimestrali, 2.500 al Presidente e 1.700 euro a Consigliere per la relazione di Bilancio.

Il totale fino a questo momento, escludendo i 210 euro a riunione perché variabili e incalcolabili a priori, fa 163.400mila euro. Basterà? No.

Perché oltre al CdA ci sono naturalmente i dirigenti. Francesco Saponaro, già Assessore al Bilancio nella prima giunta Vendola, percepisce un compenso notevole: 130.000 euro annui; 10.800 euro al mese.

Al Direttore Affari generali, perché c’è anche un Direttore Affari generali, vanno la bellezza di altri 86.726 euro. Ai due Direttori Divisone consulenza e informatica altri 85.000 euro a testa.

Il totale lievita fino a 550.126 euro annui solo di compensi. Ora basterà? E no. Ci sono le consulenze esterne che al momento sono 16 e in tutto costano 217.897 euro.
Tirando le somme tra Consiglio di Amministrazione, Collegio sindacale e consulenze, InnovaPuglia ci costa all’anno e di soli stipendi, la – per nulla modica – cifra di 768 mila euro.

Come si dice, non sono mica bruscolini.

Commenti

  1. cosimo scrive:

    I numeri che date, forse non dicono tutto su quello che è realmente Innova Puglia, la principale azienda pugliese che si occupa di nuove tecnologie (e se questo vi sembra un nulla, in una società digitale come quella che stiamo attraversando….). Perché non lo rapportiamo a quanto questa azienda produce? Gli stipendi enunciati sono lordi o netti? Vogliamo compararli a quelli di manager di società di pari livello? Infine: ci informate anche sui progetti e sulle realizzazioni di questa azienda? o vogliamo dolo che, siccome c’è in giro tanta me..da, tutto si riduce in me..da?

    1. Alessandro scrive:

      Si è vero che siamo nell’era digitale, ma è vero anche che ci stanno chiudendo gli ospedali, non asfaltano le strade, aumentano ogni tipo di tassa possibile (vogliamo parlare dell’imu?) e fanno qualsiasi tipo di operazione per spremere altri soldi dai cittadini. Quindi non vedo perchè non domandarsi se gli stipendi di alcune persone che lavorano per la regione (quindi per tutti noi) sono commisurati a quello che viene prodotto dagli stessi. Non bisogna fare di tutta l’erba un fascio ma esempi di imprenditori che lasciano aziende in rovina e prendono premi straordinari ne abbiamo già abbastanza.

    2. Teodoro scrive:

      Basta l’entità delle retribuzioni per dire tutto mentre le famiglie muoiono di fame. E poi si tratta di un vero e proprio carrozzone come lo sono la Fiera del Levante, il teatro Petruzzelli, l’Acquedotto pugliese, il B&Bfest, ecc., ecc., tutti sovvenzionati dalla Regione Puglia….anzi dalla Regione Bari. E’ una vergogna!