In 103 in balia delle onde, migranti salvati al largo di Leuca

migranti leuca

S.MARIA DI LEUCA (LE) – Una lunga notte in mare, scortati dalle motovedette della Capitaneria di porto di Gallipoli e della Guardia di finanza, affiancati, in caso di emergenza da una nave mercantile fatta avvicinare per precauzione.

È stata una notte movimentata al largo di Santa Maria di Leuca dopo il rintraccio, intorno alle 23, di un’imbarcazione straripante di  persone: in 103, come è stato accertato al loro arrivo a terra , stipate in 25 metri di barca in ferro di colore bianco. Erano a circa 23 miglia dalla costa sud est del Capo di Leuca, in balia delle onde e del mare grosso.

Lasciarli soli avrebbe significato, probabilmente, destinarli ad sicuro naufragio. I soccorsi sono scattati subito; l’imbarcazione è stata circondata e scortata. Gli immigrati hanno toccato terra alle 10 e 20 del mattino. Sono arrivati nel porto di Leuca, fatti sbarcare, rifocillati e poi trasportati nel ‘Don Tonino Bello’ di Otranto  dove ora si procederà alla loro identificazione.

Sono tutti maschi di probabile origine afgana, ci sono anche dei ragazzini minorenni. 

Tutte le operazioni, concluse per il meglio, sono state coordinate da Achille Selleri,  Comandante in seconda della Capitaneria di Gallipoli con l’ausilio della Guardia di finanza.

Gli immigrati stanno bene, provati dal viaggio, ma in buone condizioni di salute.