Stupro in un appartamento, aguzzino in manette

stupro

LECCE – Violento ed evidentemente incapace di tenere a freno i propri istinti. Nel suo passato già diversi episodi di violenza nei confronti di alcune donne, nelle scorse ore autore di una violenza sessuale nei confronti di una 36enne, tenuta prigioniera per ore  in un appartamento di viale Calasso a Lecce. Uno stupro certificato dal referto dei medici del ‘Vito Fazzi’ e che ha permesso agli agenti delle volanti di arrestare Francesco Piccolo, 35enne di Galatina, ma di  fatto domiciliato a Lecce in via Vanini con l’accusa di violenza sessuale e minacce.

La violenza sulla 36enne è avvenuta dopo che lo stesso aveva provato a stuprare un’altra donna: una ragazza americana domiciliata in via Taranto  bloccata in serata, mentre stava per entrare in casa. L’uomo l’ha attesa nell’androne del palazzo e l’ ha immobilizzata.  Solo la reazione della donna e le sue urla lo hanno fatto desistere. Gli agenti erano già sulle sue tracce nel momento in cui è arrivata la seconda denuncia.

Questa volta, però,  il Piccolo era riuscito nel suo intento. La sua vittima, conosciuta due anni prima in una struttura sanitaria in cui entrambi erano ricoverati, lo aveva raggiunto in un appartamento di viale Calasso per chiarire una volta per tutte la situazione. Francesco Piccolo non aveva mai smesso di tartassarla con continue telefonate, minacce, tentativi di approccio. Si era trasformato in uno stalker e non le dava tregua.  La ragazza voleva convincerlo, una volta per tutte a lasciarla in pace, ma il tentativo si è tramutato in un incubo.  Dopo un primo approccio del tutto normale,  l’uomo ha ricominciato con le avance, divenute sempre più insistenti. Alla fine, di fronte al rifiuto categorico della ragazza, l’ha violentata.

La donna , riuscita a fuggire, si è rivolta alla polizia che ha arrestasto il Piccolo poco dopo. I medici del pronto soccorso hanno certificato la violenza.   L’uomo si era disfatto delle prove dello stupro, mettendo in lavatrice i vestiti indossati e descritti da entrambe le vittime. Nel 2005 Francesco Piccolo si era reso responsabile di violenza sessuale nei confronti di una ragazza della provincia di Brindisi.  Nel dicembre scorso è stato indagato per lesioni e violenza.