Camera di Commercio, ecco la giunta della discordia

cam com ta

TARANTO – Nasce nel segno della discordia, la nuova giunta della Camera di Commercio di Taranto. La ‘Sportelli bis’, rimodulata all’ombra di ricorsi e ribaltoni, passa da cinque a nove componenti.

E spazza via la fazione anti-Sportelli che ha tentato la scalata al vertice nel periodo in cui il Tar aveva sollevato il Presidente dall’incarico. Una manovra, questa, che Sportelli si è legato al dito. E che ha portato all’estromissione dall’esecutivo dell’ente di Giangrande ( Pres. Confcommercio) Riccardo Caracuta e Paolo Nigro.

L’esecutivo camerale presentato in confrenza stampa è è comnposto da Sportelli (Presidente), Salvatore Adamo (industria), Pietro Vito Chirulli (industria), Domenico D’amico (artigianato), Emanuele Di Palma (credito), Luciano Forte(commercio), Gerardo Giovinazzi (agricoltura), Vito Lobasso (commercio), Carlo Martello (cooperazione) .

Un ribaltone, nato all’omba di manovre sotteranee, ma nel segno della giovernabilità. “Abbiamo scelto i migliori” – ha detto Sportelli.

Si riparte, dunque, ma tra Giangrande e Sportelli ormai è guerra aperta. Un duello a distanza che continuerà a far discutere .

 

di Barbara Scardigno