AttualitàLecce

La “casa” delle Caretta Caretta

 

Una “casa” accogliente e sicura in cui le tartarughe marine possono riprodursi in tutta tranquillità.
Accade al Vivosa di Ugento, sull’arenile di competenza dove lo staff del resort, insieme ai veterinari e ai volontari del Centro Recupero Tartarughe Marine di Calimera, hanno messo in sicurezza il nido in cui sono state deposte le uova che, in attesa della schiusa, saranno monitorate dagli addetti ai lavori.
Da tempo gli esemplari di caretta caretta hanno eletto questa zona del Salnto come loro dimora, tanto che la spiaggia è stata rinattezzata “tarta friendly”. Un titolo più che meritato per l’habitat particolarmente propizio per le nidificazioni estive delle tartarughe che già negli anni scorsi avevano scelto questo tratto di arenile per la deposizione delle preziose uova.
Si consolida, così, la partnership tra Vivosa Apulia Resort e il CRTM di Calimera che si aritcolerà anche con un’interessante iniziativa:Vivosa devolverà al Centro calimerese tutti i proventi dell’attività di merchandising.

<<Siamo felici di poter intervenire per tutelare e proteggere le caretta caretta, i rettili più antichi del mondo – sottolinea Damiano Reale, AD del Vivosa Apulia Resort -. Da parte nostra c’è sempre la massima attenzione all’ambiente, al mare e ai suoi abitanti. Abbiamo creato situazioni particolari proprio per sensibilizzare non solo i nostri collaboratori ma anche gli ospiti che hanno imparato ad amare questi esemplari di animali dalla lunga storia la cui sopravvivenza è minacciata da una serie di elemento. Ecco perchè – conclude – non esitiamo a offrire il nostro contributo, operando insieme agli addetti ai lavori per creare una rete di protezione, difesa e coinvolgimento esterno >>.

Articoli correlati

Il giorno dopo lo sbarco, viaggio nel Centro di prima accoglienza

Redazione

Fernando Nazaro, Confindustria Turismo: “Più luci che ombre”

Redazione

Impatto tra auto e ape sulla via per Racale: ferito un 34enne

Redazione

Maltratta l’anziana madre per soldi: indagato 47enne

Paolo Franza

Caldo torrido a Casarano, in ospedale saltano le risonanze

Redazione

Gdf Lecce: arriva un nuovo Comandante per la compagnia di Maglie

Redazione