Baroni: “Siamo partiti malissimo, nella ripresa la squadra mi è piaciuta”

LECCE – Tra Lecce e Benevento al “Via del Mare” non si va oltre l’1-1. È successo tutto nel primo tempo: autogol di Calabresi al 13′ a cui ha risposto il compagno Strefezza al 40′. Un pareggio, nel big match della terza giornata di ritorno, che viene analizzato così dal mister Marco Baroni nel post gara: “Dopo aver preso il gol su un cross sbagliato la squadra si è fatta prendere dall’ansia. Nel secondo tempo la squadra mi è piaciuta e poi avevamo come avversario il Benevento. Sono contento, ma non dobbiamo fare queste partenze. Siamo partiti malissimo, abbiamo preso gol su un cross sbagliato, li abbiamo perso serenità, abbiamo preso delle ripartenze clamorose in cui abbiamo rischiato di prendere il secondo. Poi ci siamo ripresi abbiamo condotto la partita, contro il Benevento -ha detto Baroni- che è una squadra che è allestita per essere protagonista fino alla fine. Sono contento ma non dobbiamo fare più delle partenze, il gol ci può stare ma non possiamo concedere delle transizioni come quelle che si sono sviluppate oggi. Tolti i 25 minuti iniziali la squadra mi è piaciuta”.

Poi, scende più nel dettaglio sulla prova dei suoi: “Questa è una squadra che non conosce bene la sconfitta. Noi siamo devastanti quando giochiamo. Non è facile manovrare contro il Benevento e noi lo abbiamo fatto. Tra il primo e secondo tempo ho cambiato perché Barreca non spingeva e poi ho messo anche Majer che queste partite le soffre. Ho messo anche Faragò che si è fatto subito male. Ho avuto anche il cambio obbligato di Tuia, questo non mi ha permesso di fare altri cambi“.

Sugli errori in fase di ripartenza, invece, spiega: “Ci stiamo lavorando, ne abbiamo parlato anche con i ragazzi. Dobbiamo fare meglio lo sappiamo perché queste cose le vediamo e le rivediamo. Oggi sono mancati dei rientri, contro una formazione che ha grandissima fisicità grazie a cinque uomini strutturati e non dovevamo permetterci queste situazioni. Non possiamo disunirci come avvenuto in alcune occasioni. Se avessi potuto dopo i primi 20′  minuti avrei cambiato tutti”. 

Gabriel Strefezza è stato ammonito e salterà la prossima gara in casa dell’Alessandria: “Sono stati ingenui i nostri raccattapalle, avevamo la possibilità di andare 2 contro 1. A Gabriel è mancata la lucidità in quell’opportunità, tirerà il fiato contro l’Alessandria e ci saranno anche dei ragazzi che potranno darci una grande mano nel corso delle prossime sfide”.

Sulla prestazione di Alexis Blin è soddisfatto e poi ritorna più in generale sulla prova dei suoi: “Sta dando tutto e sta crescendo, bisogna sottolineare questo. È stato un bel test, sono contento. In un determinato momento avrei cambiato tutti. Questa squadra ha trovato la sua solidità grazie al gioco. Dobbiamo essere compatti e aggressivi, non ci devono mancare queste due componenti. Quando guardiamo la classifica, dobbiamo pensare come ci siamo arrivati” .

C. Tommasi

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*