Sospensione servizio trasporto disabili, Casili: “Audizione di Lopalco e dei direttori delle Asl”

SALENTO – “La sospensione del servizio di trasporto delle persone con disabilità verso i centri diurni, comunicata con una nota dalla Asl di Lecce non può lasciare le istituzioni indifferenti. Parliamo di una questione che riguarda complessivamente 40 centi tra Brindisi e Lecce e circa 1200 assistiti. Chiedo l’audizione in III Commissione Sanità dei direttore della Asl di Lecce e delle Asl di Brindisi e  Taranto, che hanno la stessa problematica, e dell’assessore alla Sanità Lopalco per fare il punto della situazione e arrivare a una soluzione rapida. Non possono essere i soggetti più fragili a pagare per questioni burocratiche”. Lo dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale, Cristian Casili.

“Parliamo di un blocco – continua Casili – che penalizza migliaia di famiglie, che non hanno alcuna colpa per la situazione che si è creata, aggravata anche dalla pandemia. Chiedo di capire perchè non ci sia un modus operandi uniforme in tutta la regione, ma questa situazione riguardi solo le Asl salentine, e per cercare di sbloccarla. Quello del trasporto assistito verso i centri diurni è un servizio di cui usufruiscono migliaia di utenti disabili. Non ci possono essere province in cui è garantito e altre no. Siamo al fianco delle famiglie e faremo il massimo, al di là del colore politico, per far sedere attorno a un tavolo tutti gli attori interessati”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*