Emiliano crolla nella classifica dei presidenti di Regione. Ed è bufera per le nomine Aqp

BARI – Michele Emiliano crolla nella classifica dei presidenti di Regione più amati d’Italia. I sondaggi della Swg lo vedono solo decimo rispetto ai colleghi delle altre regioni. Il 26% dei consensi lo colloca dietro il governatore della Campania, De Luca. Il primo posto, invece, è conquistato dal veneto Zaia. La causa è la gestione della macchina amministrativa.

Emiliano, ora, dovrà presentarsi al vertice di maggioranza, già programmato per il 4 aprile, anche con questo giudizio non certo lusinghiero. E l’aria che tira in via Capruzzi non fa preannunciare nulla di buono. Da tempo, infatti, alcuni partiti di centrosinistra chiedevano al presidente un cambio di passo, di essere, quantomeno, più incisivi su alcuni temi. Leggi sanità e ambiente.

Il governatore ha atteso l’esito delle elezioni per programmare il prossimo rimpasto e riequilibrare territori e forze politiche, così da blindare anche gli animi più caldi della sua compagine. Ma le nomine dell’Acquedotto Pugliese, il cui neo presidente è Simeone Di Cagno Abbrescia, ex sindaco di Bari con un storia tutta nel centrodestra, hanno gettato benzina sul fuoco. Oltre alle minoranze che annunciano battaglia a suon di mozioni, interpellanze e sedute di Consiglio, il tarantino Cosimo Borraccino ha annunciato la sua uscita dalla maggioranza se le cose resteranno così. “Non parteciperò al vertice e non voterò con il centrosinistra se Emiliano non revoca le nomine”, ha sbottato. E non è l’unico. Gli Articolo 1, parte di Liberi e Uguali, da sempre critici con il governatore hanno fatto sapere di non gradire affatto quanto è accaduto e di ritenere Emiliano l’unico responsabile di una eventuale sconfitta nel 2020. I Popolari sono in subbuglio dopo la nomina ad assessore di Salvatore Ruggeri. E lo stesso Liviano, ex assessore, è transitato nel gruppo misto per lacerazioni sempre più nette con i colleghi. Le deleghe da redistribuire ci sono, bisognerà ora capire se la scelta di Emiliano, in gestazione in questi giorni, placheranno gli animi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*