Samsara, nelle mani del Comune l’apertura della Regione. Corsa per evitare lo smantellamento

GALLIPOLI- E’ corsa per evitare che lo stabilimento Samsara di Gallipoli venga smontato entro il prossimo 23 gennaio, termine ultimo dato dal Comune dopo la revoca della concessione demaniale. In mattinata, al sindaco Stefano Minerva è stata consegnata la circolare con cui la Regione puntualizza che “agli stabilimenti balneari ubicati nel territorio pugliese è consentito effettuare intrattenimenti musicali e danzanti, a condizione che tali attività mantengano il carattere dell’accessorietà, con le modalità e negli orari fissati dalle leggi”.

“Non ci sono margini di interpretazione su questo atto”, dice Mauro Della Valle di Federbalneari, che ha ricevuto rassicurazioni dal sindaco sul fatto che questo rappresenti un elemento nuovo di cui gli uffici terranno conto nella valutazione.

Con quel parere, inviato a Federbalneari, di fatto si dice che il Samsara può riaprire. E questo vale ovviamente per tutti gli stabilimenti balneari che ne hanno diritto.

Si attende anche la discussione al Tar della richiesta di sospensiva della revoca della concessione al lido che ogni estate fa ballare sulla sua spiaggia migliaia di turisti ed è diventato un simbolo per Gallipoli.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*