I cittadini tornano all’incrocio della morte: nulla di fatto sulla Lecce-Frigole

LECCE –Non vogliono starsene a guardare in attesa dell’enesima tragedia. Ecco perché i cittadini di Frigole, e non solo loro, tornano a stendere striscioni, a riporre fiori dove già due persone hanno perso la vita, a far sentire tutta la rabbia di chi sa di non essere ascoltato.

L’incrocio di via Roggerone non è ben segnalato, al buio è praticamente invisibile, molti automobilisti vi arrivano ad alta velocità. Sono state raccolte duemila firme per chiedere la messa in sicurezza di questo tratto, magari tramite la realizzazione di una rotatoria.

Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone è a caccia di fondi per la manutenzione delle strade e l’incrocio di via Roggerone sarebbe sicuramente tra le emergenze da affrontare subito.

Il capogruppo Pd al Comune di Lecce Antonio Rotundo ha proposto di installare un autovelox, in attesa di una soluzione definitiva. Ma al momento nulla di nuovo è all’orizzonte e i cittadini hanno paura di quella strada.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*