Melica: Perrone chiama dipendenti comune e raccomanda di votarlo

LECCE- Il sindaco di Lecce, “negli ultimi giorni non solo fa chiamare i dipendenti del Comune i cui parenti stretti si sono candidati in liste diverse da quella di Giliberti per esprimere loro la sua meraviglia per questo atto “inconsueto” nei suoi riguardi, ma, a tali persone così come numerosi  dipendenti del Comune, con la scusa del saluto di fine mandato, raccomanda di votare la propria persona per dare continuità all’azione amministrativa consegnando loro i rituali “santini”. L’accusa arriva dal consigliere di opposizione Luigi Melica, Udc. “I due fatti -dice- sono legati dalla stessa logica: ricordare ai dipendenti comunali che il potere è suo, che lui lo gestisce come meglio crede ed è meglio non mettersi contro di lui, altrimenti si rischia di finire come la madre del candidato Sindaco Alessandro delli Noci, l’unico dirigente penalizzato dalla riorganizzazione amministrativa”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*