Scioglimento per mafia, udienza di merito a febbraio. Quinto: “Risultato positivo”

PARABITA- Nell’impossibilità di reintegrare l’amministrazione Cacciapaglia dopo lo scioglimento del Comune per mafia, l’accoglimento dell’istanza cautelare ha avuto come conseguenza quella di aver previsto l’acquisizione dei documenti e la fissazione già da ora dell’udienza di merito, prevista per il 28 febbraio 2018, prima data utile visto l’intasamento dei ruoli presso il Tar Lazio. Ed è questo il risultato positivo, secondo Pietro Quinto, l’avvocato che difende gli ex amministratori assieme all’avvocato Luciano Ancora. “Nella ordinanza – spiega Quinto – il TAR precisa che nella considerazione del “bilanciamento dell’interesse pubblico le esigenze del ricorrente sono tutelabili adeguatamente con la definizione del giudizio nel merito”. Nel frattempo, il TAR ha anche ordinato all’amministrazione di depositare nel termine di 90 giorni la relazione della Commissione Ispettiva del 28 novembre scorso ed il parere del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica pubblicato del 21 ottobre in forma completa, cioè senza gli “omissis” apposti per esigenze di riservatezza.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*