Emiliano benedice Salvemini e Lecce Bene comune lo boccia

LECCE- “Carlo Salvemini alla guida di un centro sinistra senza centro e senza sinistra e dunque a trazione integrale Pd”. Lecce bene comune boccia così la candidatura e si dichiara pronta a correre sola, forse con candidato sindaco Alessandro Valenti.

I grandi partiti di Lecce, specifica Ruberti, si sono ridotti al mimetismo con volti esterni ai propri gruppi dirigenti consci, probabilmente, della propria scarsa presentabilita di questi ultimi. Caustici i riferimenti ex vendoliani Luca Ruberti e Maurizio Pascali e domenica 12, in una pubblica assemblea, decideranno nomi e modalità per affrontare in autonomia le prossime elezioni amministrative.

Se da una parte arriva la bocciatura da sinistra del candidato Salvemini, dall’altra giunge il riconoscimento verso questo da parte del presidente della regione Puglia Michele Emiliano che plaude alla decisione della federazione di Lecce quasi dallo scrollarsi di dosso eventuale risultato non positivo. Per il governatore “grazie alla segreteria cittadina e provinciale di Lecce è stato candidato un esperto amministratore locale e uomo dalle eccelse qualità civiche.”

Emiliano lo dice attraverso un suo post su Facebook specificando ulteriormente una scelta scaturita dalla “migliore società civile del capoluogo salentino ed i partiti del centrosinistra che hanno schierato il loro alfiere per battere la destra che da tempo immemore disamministra una delle più importanti città della Puglia” e conclude il suo post con un : “In bocca al lupo a tutti e buon lavoro!”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*