Operai Omfesa occupano il Municipio e la stazione: treni bloccati

doc cantina salice

TREPUZZI- Dal municipio di Trepuzzi ai binari della stazione: la disperazione dei lavoratori dell’Omfesa chiede di essere ascoltata, tanto da arrivare ad azioni eclatanti: circolazione dei treni bloccata sulla linea Lecce-Bari a partire dalle 10.40. Fino all’ora di pranzo, sono stati sei i treni coinvolti, come comunicato ufficialmente da Ferrovie dello Stato, che ha predisposto un servizio sostitutivo con autobus fino a Brindisi.  

La mattinata di protesta è iniziata alle 9, con l’occupazione simbolica della casa comunale.  Quello che chiedono gli operai è innanzitutto un incontro con il governatore Michele Emiliano, richiesta finora andata a vuoto. E che aumenta la rabbia, poiché il 28 febbraio sono in scadenza gli ammortizzatori sociali per gli ultimi 45 lavoratori, visto che per gli altri 35 non c’è aiuto già da un pezzo.

Un gruppo di operai si è recato a Bari, per provare a incontrare Emiliano. Un altro, invece, a Lecce, tramite la mediazione della Digos, per interloquire con il prefetto Claudio Palomba, anche perché dopo l’incontro istituzionale del 23 novembre scorso alla presenza della deputazione salentina, nulla più si è mosso. Gli altri hanno continuato a occupare la stazione di Trepuzzi, fino allo sblocco poco dopo le 13, dietro la rassicurazione da parte del Prefetto della richiesta di un tavolo con il presidente della Regione. Una tregua durata, però, solo pochi minuti: binari bloccati di nuovo a stretto giro. Si esige la certezza di un passo avanti di Emiliano.

OMFESA2

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*