Cronaca

Al Tar Lazio la battaglia legale sugli espianti degli ulivi

LECCE- Salento con il fiato sospeso per la decisione del Tar Lazio che dovrà confermare o meno la sospensiva sulle eradicazioni degli ulivi in provincia di Lecce e di Brindisi. In mattinata, infatti, sono stati discussi i ricorsi di complessivi 33 olivicoltori che hanno impugnato i provvedimenti che impongono i tagli degli alberi.
Rinviata la discussione sul ricorso presentato invece da 27 aziende bio del territorio.  La decisione dei giudici amministrativi è attesa per le prossime ore. In giudizio, oltre al Ministero delle Politiche agricole, si è costituita la Regione Puglia, secondo la quale il ragionamento sulle esigenze cautelari andrebbe rovesciato: non abbattere quegli ulivi significherebbe, a suo avviso, consentire la propagazione dell’infezione al resto della Regione.

Intanto, proprio ieri lo stesso Tar ha momentaneamente congelato i tagli su altri mille ulivi di proprietari di Cellino San Marco, Torchiarolo e Oria.

Articoli correlati

Tragedia sfiorata, salvati 17 migranti in balia del mare

Redazione

Omicidio Greco, assolto Marco Barba

Redazione

Il killer della gioielleria: “Quando scappai era ancora viva”

Redazione

Piano Paesaggistico, la Barbanente apre alle modifiche

Redazione

Gallipoli, vetrata spaccata ma il colpo in gioielleria sfuma

Redazione

Lavoratori ex Vit, il Sindaco chiederà alla Regione che il servizio torni al Comune

Redazione