Lecce, Perucchini: “Restare qui non è un passo indietro”

LECCE- Filippo Perucchini si è ripreso il Lecce. Il tecnico Asta, complice una condizione non ottimale di Benassi per la partita contro la Juve Stabia, ha scelto il portiere bergamasco per difendere la porta giallorossa. E dal Menti il Lecce è uscito imbattuto e con i tre punti in tasca. Dalla prima trasferta di campionato il Lecce è tornato anche con una convinzione maggiore rispetto alla prima partita. E anche la solidità della difesa va migliorando.
Qualche settimana fa in pochi erano convinti che Perucchini sarebbe rimasto in giallorosso. Per l’estremo difensore giallorosso hanno sondato il terreno anche società di serie A come Carpi e Cagliari, ma alla fine Filippo è rimasto in Lecce. Anche per un motivo particolare. 

C’è pure un’altra considerazione da tener presente: Benassi è finito nuovamente nelle mire di Palazzi e per il portiere il procuratore ha chiesto oltre tre anni di squalifica. Una situazione che poteva spiazzare la società giallorossa.

Intanto Asta ha tre portieri di sicura affidabilità anche se uno dei tre rischierà, fino a gennaio, di non giocare praticamente mai, ma la società giallorossa bada al sodo e a guadagnare subito posizioni di vertice. Domenica prossima al Via del mare arriverà la Casertana, prima in classifica e imbattuta. 

Contro i campani il tecnico giallorosso potrebbe scegliere Beduschi come sostituto dello squalificato Liviero mentre in attacco Doumbia dovrebbe essere il partner di Moscardelli. Curiale dovrà stare fuori per un periodo di almeno venti giorni. L’attaccante, che si è sottoposto a risonanza magnetica, ha riportato una distorsione al ginocchio sinistro con interessamento del legamento collaterale mediale

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*