Lecce-Cagliari, Liverani: “Ce la giocheremo, come sempre”. Giallorossi con quattro assenze

Fabio Liverani, 43 anni, dal 2017 allenatore del Lecce

LECCE – (di Tonio De Giorgi) Un Lecce in emergenza deve affrontare un formidabile Cagliari. Il tecnico giallorosso Liverani, dopo l’allenamento di rifinitura effettuato al Via del Mare, ha diramato la lista dei convocati. Dell’elenco non fanno parte Mancosu, Falco, Majer e Babacar. “Non abbiamo grandi scelte, sceglierò gli uomini che mi daranno maggiori garanzie. Sicuramente mancherà Majer che non recupererà neppure per la trasferta di Firenze, e al novanta per cento pure Falco, non mi sembra giusto rischiarlo – aveva detto prima della rifinitura -. Per quanto riguarda gli altri, ci prendiamo il tempo necessario per sciogliere tutte le riserve”. Contro la squadra cagliaritana Liverani avrebbe voluto avere più scelta. Questa la descrizione dell’avversario.  “Hanno un centrocampo completo di tutto e di altissimo livello, Nainggolan è tornato ai livelli della sua militanza nella Roma – sostiene -. A mio avviso, è il rombo più completo del nostro campionato. Inoltre, la linea difensiva è organizzata molto bene sebbene non abbia nomi altisonanti, si vede il lavoro dell’allenatore, gli faccio i complimenti”. E l’allenatore giallorosso ripensa e racconta un aneddoto di inizio campionato che riguarda lui e il l’allenatore del Cagliari Maran. “Lo incontrai a Fiumicino – racconta -, sia la mia squadra che la sua erano ancora a zero punti: ci facemmo coraggio a vicenda. Maran è una persona amabile, squisita. Un allenatore che lavora, sono felice di ritrovarlo domani e di ricordare quel caffè che prendemmo a Roma, in aeroporto”. Da allora la formazione cagliaritana ha fatto molta strada arrampicandosi ai piani alti della classifica. Il Lecce, invece, tiene il passo delle squadre in lotta per la salvezza ed è ancora alla ricerca del primo successo casalingo. “Il nostro compito sarà quello di limitare le qualità della squadra cagliaritana – aggiunge Liverani -, ma dovremo fare una grande partita cercando di portare a casa punti. È questo il nostro obiettivo. Abbiamo sempre dimostrato di poter mettere in difficoltà qualsiasi avversario, cercheremo di farlo anche questa volta mettendoci una maggiore aggressività in mezzo al campo, abbiamo lavorato tanto su questo. Tranne a Bergamo, la mia squadra ha dimostrato di potersela giocare giocare con tutti”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*